Articolo precedente
Prossimo articolo

domenica 21.08.16

Lasciamo presto Santa Eufemia questa mattina piano piano saliamo sempre più a nord le miglia dalla meta finale si accorciano, come i nostri giorni di vacanza che oramai sono quasi giunti al termine. Nina viaggia con Hale Bopp e i masculoi da noi a giocare a carte.

IMG_20160821_103149

Oggi la tappa bagno e pranzo la facciamo in un posto nuovo a ovest di Itaca. Una bella baia, molto profonda, verde di cipressi e tempestata di ulivi. Scendiamo tutti a fare il bagno, sulla spiaggia di sassetti bianchi sulla destra una fila di ombrelloni da poche pretese, per nulla turistici e molto modesti, sulla sinistra una costruzione in mattoni di bianco intonacata che funge da spogliatoio per i bagnanti. L’attività mia preferita è come sempre, raccimolare dei cimeli abbandonati, o buttati da portarmi a casa. Ecco proprio li dentro allo spogliatoio c’era un attaccapanni meraviglioso. Di legno azzurro scrostato, avrei saputo glà dargli un’ubicazione in casa. Ste prova in tutti i modi a staccarlo, ma non ci riesce. Io ho un po’ di rimorsi, forse è il caso di lasciarlo li, forse qualcuno lo usa ancora quello spogliatoio anche se dalla puzza e dai resti di lattice non si direbbe. Forse è un bene che Ste non sia riuscito a staccarlo del tutto, anzi lo stava pure spaccando.

IMG_20160821_131544 IMG_20160821_131548

Felici di non essere passati per vandali torniamo a bordo e dopo pranzo partiamo per Sivota, posto nuovo. In navigazione Iago avrebbe dovuto fare i compiti, invece crolla in un sonno profondo, sua sorella non è di meno, cosi ci ritroviamo tutti e 5 in pozzetto. Le ultime parole famose del capitano sono “in navigazione in pozzetto non si dorme mai!”. Facciamo una bella veleggiata fuori dal canale tra Cefalonia e Itaca fino a Lefkas, anzi leviamole vele sono fino all’ultimo gioeto per non andare a scolgia e ci infiliamo in questa insenatura, un corridioi tra ulivi noccioli e bellissime ville bianche. IMG_20160821_142800IMG_20160821_150930IMG_20160821_142732 IMG_20160821_140039 IMG_20160821_101431

Il vento che ha rinforzato, come sempre nel pomeriggio, non aiuta nell’oremggio, difatti andiamo a toccare il pontile galleggiante, niente danni solo un graffio, però il nervoso sale. Io mi arrabbio con Ste, perchè quando sono al timone, io sento la barca come risponde ai miei gesti e se invece seguo quello che mi urla lui da prua faccio casino a non riesco più a gestirla, risultato i vaffanculo che volano! A ormeggio finito ci mettiamo in relax, i bimbi scendono a pescare sul molo con altri bambini, noi adulti pausa caffe nel vecchio frantoio di sasso proprio davanti al nostro posto barca. La sera un bella scorpacciata di Pita gyros e finalmente l’acquisto della canna da pesca per Iago, da un mese l’aspetta ma non avevamo mai trovato il posto giusto. Nel porticciolo anche se pieno zeppo di barche si respira aria di tranquillità, non una musica assordante esca dai localo, non un forzato sirtaky urla dalle taverne turistiche, tutto molto ovattato e pacifico. Non fa più il caldo di quando siamo arrivati e stasera con l’arietta e la panza piena si sta una meraviglia. ne approfittiamo per ammazzare la serata con il tiramisù che ho fatto ieri in navigazione, una bomba!!!!

Articolo precedente
Prossimo articolo